VomeroToday

Parco Mascagna: danneggia 2 cabine telefoniche, denunciato

L'uomo è stato bloccato dai Carabinieri mentre prendeva a calci e pugni due cabine telefoniche presso i giardinetti di via Ruoppolo. Ancora ignoti i motivi del gesto

Parco Mascagna

I Carabinieri del nucleo operativo della compagnia Vomero hanno denunciato in stato di libertà un 38enne di Fuorigrotta, già noto alle forze ordine, con l'accusa di danneggiamento aggravato.

L’uomo è stato sorpreso dai militari dell’Arma in via Ruoppolo, presso i giardinetti del Parco Mascagna, mentre prendeva a calci e pugni due cabine telefoniche, danneggiandole completamente.

Restano al momento ancora ignote le motivazioni che hanno spinto il 38enne a compiere questo atto di vandalismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • Coronavirus, torna l'obbligo di mascherina all'aperto a Castellammare

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

  • La tragedia di Maya: travolta e uccisa a 15 anni su piazza Carlo III

  • Tony Colombo si esibisce a Torre del Greco: centinaia di persone si scatenano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento