menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Vomero Today

Ztl Vomero, Pisani (Noi Consumatori): "Le cose vanno fatte con criterio e logica"

Il presidente dell'associazione esprime la sua contrarietà all'iniziativa che rischia di rivoluzionare l'intera zona collinare, non solo dal punto di vista della viabilità

Ztl Via Luca Giordano

“Non siamo contrari alla promozione di spazi cittadini liberi dal traffico e dallo smog, ma le cose vanno fatte con criterio e logica senza creare difficoltà alla viabilità ed alle attività di commercianti e ristoratori”. Ad affermarlo è l'avvocato Angelo Pisani, presidente dell’associazione con sede al Vomero, Noiconsumatori, contraria all’idea di una maxi-ztl anche nel quartiere collinare.

“Attualmente, dopo aver chiuso al traffico arterie come via Luca Giordano, via Altamura, via Cilea, il quartiere è praticamente invaso da gravissimi blocchi della circolazione delle auto rendendo impossibile la vivibilità dei residenti, l’aria irrespirabile e creando disagi e perdite a commercianti e ristoratori della zona”.

Pisani, chiamato una settimana fa a rappresentare e difendere le istanze degli imprenditori, negozianti e gestori dei locali del quartiere Chiaia con il comitato “Villaggio Santa Lucia”, “in quanto vittime di una maxi-ztl che ha creato pesanti difficoltà e predite economiche”, ribadisce la necessità anche al Vomero di “rivedere i provvedimenti per non portare alla rovina le attività del quartiere e rafforzando il servizio pubblico, aprendolo anche nelle zone pedonalizzate".

"Napoli non è Bologna e l’assessore Donati farebbe bene a confrontarsi prima con i cittadini, cui spetta la sovranità popolare, anziché imporre le sue idee aumentando problemi ed aggravando la crisi già seria”, conclude Pisani.

 

Potrebbe interessarti


Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Giuseppe
    Giuseppe

    assolutamente d'accordo anzi sarebbe il caso di riaprire via luca giordano come ZTL così come nel primo tratto e tutta la giornata al transito dei mezzi pubblici, basta con questi progetti assurd di ZTL si procedesse coi parcheggi pubblici, e con una maggiore seria presenza dei vigili urbani che sopratutto nel fine settimana facciano rispettare le regole di sera, grazie.

Più letti della settimana

Torna su