VomeroToday

"Villa Floridiana torni al suo pieno funzionamento": l'appello al Ministro Franceschini

La dichiarazione congiunta dei deputati napoletani Sarli e Siani sul parco vomerese

"Il Parco di Villa Floridiana di Napoli deve essere fruibile a tutti i cittadini del Vomero, tornando ad essere lo spazio di verde pubblico della zona collinare della città, dove le famiglie, i giovani, gli anziani possano decidere di passare, immersi tra gli alberi, il loro tempo libero". E' quanto affermano in una dichiarazione congiunta la deputata Doriana Sarli del M5S e il deputato Paolo Siani del PD.

"Accogliamo il grido di allarme della direzione del complesso museale di Villa Floridiana, ed apparso oggi sulla stampa cittadina: Villa Floridiana ha bisogno di manutenzione urgente e di nuovo personale affinchè venga assicurato il suo pieno funzionamento", proseguono i due parlamentari napoletani.

"In un momento in cui al Vomero sono sempre più frequenti atti di violenze tra i ragazzi, restituire ai giovani del Vomero e degli altri quartieri della città, un parco pubblico dove vivere a contatto con la natura vuol dire anche migliorare la qualità della vita e probabilmente ridurre i fenomeni di violenza. Al Ministro Franceschini, che sarà a Napoli per gli Stati Generali della Cultura i prossimi 21 e 22 ottobre, chiediamo un intervento concreto e urgente affinché Villa Floridiana sia messa in condizioni di piena agibilità ritornando ad essere un bene comune per tutti i cittadini vomeresi e di Napoli", concludono Sarli e Siani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento