VomeroToday

Allo Sporting Paradise "Un colpo al racket" con Panatta e Tano Grasso

Organizzata dal tennis club di Via Aniello Falcone, l'iniziativa vuole sensibilizzare i giovani alla legalità attraverso un quadrangolare tennistico

Tano Grasso

Martedì 24 gennaio 2012, a partire dalle ore 14.30, presso lo Sporting Paradise di Via Aniello Falcone ci sarà l'evento “Un colpo al racket”, organizzato per sensibilizzare i giovani, ma non solo, alla legalità.

Insieme ai dirigenti del club, tra gli invitati alla manifestazione il commissario della Fit Campania, Roland Sandrin, Tano Grasso, primo storico presidente di un’associazione anti-racket in Italia, il prefetto di Napoli, Andrea De Martino, il procuratore aggiunto della procura di Napoli, Federico Cafiero de Raho, l’assessore all’edilizia del comune di Napoli, Luigi De Falco e l’assessore allo sport Pina Tommasielli e l'ex campionissimo e capitano della nazionale italiana di Tennis, Adriano Panatta.

In campo, si fronteggeranno quattro formazioni in rappresentanza dei Magistrati, della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento