VomeroToday

Stadio Collana, palestre fruibili entro il 15 dicembre

Vertice a Palazzo Santa Lucia tra la concessionaria Giano, la Regione Campania e l'Aru: il futuro dell'impianto vomerese verso una svolta definitiva?

Si è tenuto martedì a Palazzo Santa Lucia un incontro con la società Giano srl, concessionaria dello Stadio Collana, al quale hanno preso parte il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, l'assessore regionale alle attività produttive Antonio Marchiello e il commissario dell'Agenzia regionale Universiadi (Aru) Gianluca Basile.

Al termine dell'incontro è stato concordato e sottoscritto l'impegno da parte della Giano a realizzare i seguenti interventi: Tribuna Quattro Giornate, palestra di via Ribera, pista di pattinaggio, palazzetto dello sport e sistemazioni esterne, per un totale di 7 milioni di euro.

L'Aru realizzerà invece, con una spesa di 8 milioni di euro, la pista di atletica, il campo da gioco, la piscina, la tribuna (lato Acitillo), le torri faro. Nel rispetto del cronoprogramma, è previsto che saranno rese fruibili le palestre di via Ribera e la zona servizi entro il 15 dicembre. Ad oggi l'Aru ha già ultimato i lavori presso il campo di calcio e la pista di atletica. Entro ottobre sarà ultimato l'impianto antincendio. La pista sarà fruibile entro il prossimo 15 dicembre.

La Giano ha dichiarato la disponibilità a consentire l'uso anche parziale dell'impianto a lavori ultimati di ogni singolo intervento. Entro i prossimi 15 giorni si terrà un ulteriore incontro di verifica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento