VomeroToday

Il racconto di una 18enne vomerese: "Mi sono venduta in chat per tre anni"

Dalla sua testimonianza emerge un fenomeno in crescita esponenziale: minorenni della Napoli bene che si fanno pagare in cambio di foto, video o sesso

Inviava sue foto hot a pagamento, faceva balletti erotici in cam. Ha fatto sesso con tre delle persone conosciute in chat. Vomerese, ora ha 18 anni. Ha iniziato quando ne aveva 15. L'agghiacciante racconto della ragazza è stato pubblicato dal Corriere del Mezzogiorno.

Si è venduta prima ai coetanei, poi ad amici più grandi, infine a persone conosciute in discoteca o che l'adescavano online. Per pochi soldi, in buoni, dai 10 ai 30 euro. Per ricaricare il cellulare, comprare qualche vestito in più. Per noia forse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Napoli delle "baby doccia": sesso nei bagni di scuola

La protagonista del racconto al Cormez ora cerca casa a Milano, andrà alla Bocconi. Non ha problemi economici – i suoi genitori sono due professionisti, separati – ma "i soldi non bastano mai", spiega. "Credi che solo io faccia queste cose? - racconta – Non immagini neanche, nessuno lo immagina, ma sono centinaia le ragazze che conosco che vendono le loro foto sul web. Centinaia solo a Chiaia, la zona che frequento ogni sera, o meglio frequentavo, adesso sono più spesso al Vomero. Prova ad andare una sera nei locali, quelli che organizzano le feste all’aperto nella zona di Bagnoli e guarda cosa succede sulle spiagge o nei bagni". Il fenomeno è esteso, e si allarga a macchia d'olio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

Torna su
NapoliToday è in caricamento