mercoledì, 23 aprile 23℃


I pensionati vomeresi chiedono al Comune uno sconto sull'Ici (Imu)

A farsi portavoce dell'istanza, con una lettera al Sindaco De Magistris e all'assessore al Bilancio Riccardo Realfonzo, è Sabino Genovese di Assoutenti Vomero

Mario Parisi13 gennaio 2012

I pensionati vomeresi chiedono aiuto al Comune di Napoli, con uno sconto sull'Ici per la prima casa, dato il delicato momento di ristrettezze economiche.

A farsi portavoce dell'istanza, ci ha pensato l'attivissimo Sabino Genovese di Assoutenti Vomero, attraverso una lettera indirizzata al sindaco De Magistris, all'Assessore comunale al Bilancio Riccardo Realfonzo e al presidente della V Municipalità Mario Coppeto.

"Il Presidente del Consiglio Monti purtroppo per salvare la nostra nazione è stato costretto a prendere misure urgenti, dicendo che si tratta di una manovra equa. A noi pensionati, però, per una serie lunghissima di motivi ben noti a tutti, non ci sembra affatto così", spiega Genovese,

"Ci saranno aumenti su gas, luce, benzina, ma quello che più peserà sulla nostra pensione è la reintroduzione dell'ICI con l'aumento degli estimi catastali", sostiene Genovese.

"Sembra che i Comuni avranno la possibilità di aumentare o diminuire del 2 x mille  l'aliquota fissata al 4 x mille. Per questo motivo, Sig. Sindaco e Sig. Assessore, Vi chiedo caldamente di venire incontro ai pensionati possessori della prima casa. Ci sono pensionati che per acquistare una casa hanno fatto immensi sacrifici per anni, rinunciando a tante cose ed ora, con queste misure inique, si trovano in grandissima difficoltà. Non credo sia giusto che un pensionato oppure un lavoratore dipendente, debba pagare lo stesso importo dell'ICI per la prima casa di chi percepisce un reddito annuale 4 / 5 volte superiore al suo", conclude il portavoce dei pensionati della zona collinare.

Annuncio promozionale

 

Sabino Genovese
Vomero
tasse

Commenti