VomeroToday

Vomero, nuova denuncia per negozio "compro oro"

I poliziotti hanno accertato che il titolare dell'esercizio commerciale ometteva di trascrivere, sul registro degli oggetti preziosi, le operazioni di vendita degli oggetti acquistati in precedenza

Oro

Continuano incessanti i controlli degli agenti della Polizia Amministrativa della Questura di Napoli ai negozi “compro oro”. Ancora una volta, nel mirino dei poliziotti, è finito un noto gioielliere-orafo del quartiere Vomero, denunciato in stato di libertà.

Gli agenti, infatti, hanno accertato che il titolare di un esercizio commerciale ometteva di trascrivere, sul registro degli oggetti preziosi, le operazioni di vendita degli oggetti acquistati in precedenza.

Nella cassaforte i poliziotti hanno rinvenuto oggetti in oro, pari a 100 grammi (orecchini, bracciali ed anelli) nonché in argento, per un peso di 1,200 kg (posate, parti di candelabro ed alzatine) di cui il titolare non sapeva giustificarne la provenienza.

Dopo i controlli effettuati dalla Polizia ad un noto orefice nello stesso quartiere, il 17 aprile scorso, agli agenti è bastato attraversare la strada per riscontrare una situazione analoga.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento