Vomero Today

Il web si mobilita per Napoli Centrale: nasce una sottoscrizione

Sui social i clienti affezionati dello storico pub vomerese lanciano una sottoscrizione per esprimere vicinanza ai titolari, colpiti dall'incendio dei giorni scorsi

Le immagini dell'incendio a Napoli Centrale (foto NapoliToday)

I tanti affezionati clienti di Napoli Centrale, lo storico pub in via Gemito andato in fiamme nei giorni scorsi, hanno deciso di mobilitarsi sul web per una raccolta fondi in favore del locale vomerese.

L'iniziativa ha un gruppo Facebook dal nome "S.O.S. Pub Napoli Centrale insieme si puo'", dove è possibile trovare tutte le informazioni per poter effettuare una donazione, via ricarica, da destinare alla ricostruzione dello storico locale, per far sentire la propria vicinanza ai titolari.

"Ritrovarsi tra le fiamme mentre raggiungi più che il tuo posto di lavoro, casa tua. Una vita vissuta sempre con lo stesso amore, la stessa dedizione e passione. Siamo increduli e disorientati, ma questo silenzio e questo odore acre non sono la fine ma solo un nuovo inizio. Come la Fenice, da questo rogo risorgeremo più forti di prima. La voglia e la forza di ricominciare ce la state dando soprattutto voi con il vostro calore e la vostra solidarietà.Inimmaginabile l'affetto e la fiducia che stiamo ricevendo da tutti voi. Grazie di tutto e soprattutto a presto", il messaggio pubblicato sulla pagina ufficiale Facebook "PubnapoliCentrale".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una colonna di fumo nero su Caivano: incendio nei pressi del Parco Verde

  • Miano

    Spari contro un 21enne a Miano: “Mi hanno rapinato”

  • Cronaca

    Sulle imprese funebri ancora nessuna certezza: burocrazia in tilt

  • Cronaca

    Guasto alle condotte idriche, paesi vesuviani senz'acqua

I più letti della settimana

  • Sorpresi a rubare pc alla scuola De Curtis: arrestati due 18enni

  • Via Pigna, sopralluogo della Commissione Ambiente all'area verde

Torna su
NapoliToday è in caricamento