VomeroToday

Sala Silvia Ruotolo, incontro fra cittadini e operatori sanitari

A promuovere l'iniziativa il Movimento 5 Stelle Napoli, preoccupato per l'annunciato smembramento del poliambulatorio di via Conte della Cerra

E' fissato per questo pomeriggio, a partire dalle 16.30, un incontro presso la Sala Silvia Ruotolo tra cittadini e operatori sanitari. L'iniziativa è promossa dal Movimento 5 Stelle Napoli, preoccupato per l'annunciato smembramento del poliambulatorio di via Conte della Cerra.

"Nel corso di questo incontro - spiega il capogruppo alla V Municipalità Mariano Peluso - il Movimento 5 Stelle intende richiedere alla Regione Campania di valutare in primis la possibilità di opportune turnazioni, che sfruttino a pieno la disponibilità dei locali del Distretto Sanitario di Base 27 della ASL Napoli 1 Centro. Solo a valle di tale analisi, laddove riscontrata una effettiva impossibilità di attuare tale proposta, il Movimento richiede che venga individuata, prima dello sgombero dei locali ambulatoriali, una idonea sede nello stretto circondario, al fine di tutelare le giustificate preoccupazioni dell’utenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento