mercoledì, 23 luglio 20℃


Da Eboli al Santobono per rubare un portafoglio: in manette

L'uomo è evaso dagli arresti domiciliari per rubare all'interno dell'ospedale pediatrico vomerese. Dopo il colpo è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia Arenella

Mario Parisi 7 maggio 2012

E’ evaso dal regime degli arresti domiciliari, che stava scontando ad Eboli dal 24 aprile scorso, per rubare all’interno dell’ospedale pediatrico vomerese Santobono ma, subito dopo il “colpo”, è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia “Arenella" con l'accusa di furto aggravato ed evasione.

L’uomo, un pregiudicato di 33 anni, fingendosi parente di un piccolo degente, si è introdotto in una stanza dell’ospedale e, approfittando di un attimo di distrazione, si è impossessato del portafoglio di una mamma che stava assistendo il figlio dopo un delicatissimo intervento chirurgico.

I poliziotti, intervenuti su richiesta delle guardie giurate in servizio all’interno della struttura ospedaliera, ove si erano registrati vari furti, hanno proceduto ad un controllo.

In seguito a perquisizione, Indosso al 33enne, sono stati rinvenuti documenti ed effetti personali dell’ignara vittima che, nel frattempo, si era accorta della sparizione del suo portafoglio, ma non si era resa conto che le era stato sottratto da quello che credeva fosse un parente di un piccolo ricoverato.

Annuncio promozionale

 

Vomero
arresti
furti

Commenti