VomeroToday

Rifiuti, ancora 530 tonnellate da raccogliere a Napoli

Sono 530 le tonnellate di rifiuti ancora da raccogliere nelle strade di Napoli, 70 in meno rispetto a ieri. Nella zona Vomero-Arenella le difficoltà maggiori. Ieri topi e blatte rosse a Scampia

E' ancora emergenza rifiuti a Napoli dopo lo sciopero dei dipendenti dell'Asia. Nonostante la raccolta della spazzatura sia ripresa, in città i cassonetti sono ancora pieni e i cumuli di spazzatura ai lati delle strade permangono. Solo ieri si denunciava una situazione di crisi a Scampia dove vicino ai cassonetti erano state avvistate blatte rosse e topi e anche negli altri quartieri la situazione non è meno critica. È il caso della zona Vomero-Arenella, dove si registrano maggiori difficoltà.

Intanto, sono ancora 530 le tonnellate di rifiuti da raccogliere nelle strade di Napoli, 70 in meno rispetto a ieri. L'attività di recupero, contestualmente al prelievo della produzione giornaliera di 1300 tonnellate, è stata meno veloce di quanto si era immaginato a causa, secondo quanto si apprende, di difficoltà nell'utilizzo dei mezzi meccanici.

Continua, sottolineano al Comune, l'impegno dell'azienda e dei lavoratori per far fronte alla situazione. Nella notte, intanto, i vigili del fuoco hanno dovuto domare una decina di incendi di cassonetti appiccati in varie zone della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

Torna su
NapoliToday è in caricamento