VomeroToday

Delivery negato a pub e take way, Tortora: "Abbiamo dovuto gettare panini e contorni"

Angelo Pisani denuncia: "Avvieremo azioni legali per ciò che è accaduto ieri sera"

Da oggi potranno tornare a effettuare le consegne a domicilio anche pub, tavole calde, rosticcerie, gastronomie e vinerie di Napoli. Dopo le incomprensioni di ieri culminate con l'impedimento delle consegne a domicilio per molte attività, in particolare al Vomero con grave nocumento per imprenditori della ristorazione e per i clienti.

"Chiederemo il conto a chi ha negato ieri i diritti dei lavoratori e consumatori danneggiandoli con una condotta repressiva da me denunciata. Io ringrazio i consiglieri della Regione Campania con i quali come discusso nell’incontro al Salotto Fiorentini si decise la riapertura in “formato” delivery di tutte le attività di ristorazione e per primi pub e rosticcerie. Le chiusure sono state illettime da parte dei vigili del Vomero-Arenella. Non mi hanno ascoltato. A quel punto oltre a procedere legalmente ho chiamato la Regione Campania che alle ore 20,00 ha disposto di non chiudere i pub e rosticcerie ovviamente autorizzati come gli altri ad aprire in sicurezza. Ora aspettiamo la giustizia", denuncia l'avvocato Angelo Pisani.

La denuncia di Tortora

"Noi che siamo take away regolarizzati da sempre non possiamo aprire e i ristoranti che non hanno mai fatto consegne sì. Abbiamo dovuto buttare più di 100 panini e i contorni per questa situazione paradossale. Ci hanno spiegato che siamo categoria b e per il momento non possiamo aprire. Le istituzioni per il momento non ci stanno aiutando. La situazione è difficile per tutti gli imprenditori della ristorazione", è la testimonianza-denuncia, raccolta dall'avvocato Pisani, da Mario Tortora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La posizione dei vigili

"Il nostro compito è quello di applicare le norme, non di interpretarle - sottolinea Esposito - ma ci siamo resi conto che si stava creando una situazione di malcontento generale e ci siamo subito attivati. Ho contattato personalmente il vice capo di gabinetto della Regione, che mi ha confermato che nella delibera mancavano alcune categorie e ha assicurato che a breve arriverà un chiarimento. Attendiamo le comunicazioni ufficiali, ma visto il rapporto di fiducia che ho con il vice capo di gabinetto ho già dato disposizione agli agenti di consentire la riapertura di queste attività dalle 16 alle 23, come prevede l'ordinanza", afferma il comandante della polizia municipale, Ciro Esposito. 

IL CHIARIMENTO DELLA REGIONE: DA OGGI CONSENTITO IL DELIVERY PER PUB E VINERIE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento