VomeroToday

Vomero: Chiusa via Andrea da Salerno per il parcheggio stanziale

I residenti di Via Andrea da Salerno reclamano per la chiusura della strada a causa dei cantieri per il parcheggio in costruzione. Capodanno: “Adesso basta! Bisogna rispettare i diritti dei residenti”

via_a_da_salerno_cantiere_1Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, incassata la vittoria per la battaglia che ha strenuamente sostenuto nelle scorse settimane per evitare che il Vomero si trasformasse in un vero e proprio “quartiere groviera” con l’apertura di 23 cantieri per la realizzazione di oltre 3.500 box privati, raccoglie anche il “grido di dolore” dei residenti di via Andrea da Salerno, “chiusi” nella proprie abitazioni per l’installazione di un cantiere per la costruzione di un parcheggio stanziale interrato privato, per 92 box.

“ Le giuste ragioni e le  perplessità manifestate dai residenti e dai commercianti delle zone interessate  – esordisce Capodanno – hanno trovato accoglimento nelle determinazioni assunte al riguardo dalla struttura commissariale che ha, tra l’altro, ridotto, le aree a parcheggio nella municipalità collinare da 23 a 7, bocciando, tra gli altri, il parcheggio in piazza degli Artisti, che prevedeva la realizzazione di un sottopasso parallelo a via Tino di Camaino, con la chiusura delle aree interessate per almeno due anni e preoccupazioni sia per le attività commerciali sia per la statica dei fabbricati limitrofi".
via_a_da_salerno_cantiere_2
“ Nel frattempo, in questi giorni, è stata completamente chiusa al traffico via Andrea da Salerno, uno snodo fondamentale nella zona di piazza Quattro Giornate, per poter raggiungere l’ingresso della Tangenziale in via Caldieri – prosegue Capodanno -. La chiusura è prevista dall’Ordinanza sindacale prog. n. 250 del 25 febbraio 2010, ed è stata determinata dalla richiesta prot. n. 188 del 18 gennaio 2010, a firma dell’amministratore unico della Coop. Ecoparcheggi cittadini riuniti, per la realizzazione del parcheggio stanziale 'C23-Andrea da Salerno", richiesta con la quale si chiede la concessione per la occupazione della carreggiata stradale in oggetto per ventidue mesi". “ Il progetto in questione non rientra tra quelli afferenti alla gestione commissariale – precisa Capodanno -, ma è stato approvato con  deliberazione della Giunta municipale n. 1385 del 2 ottobre 2008”.

“I costi sociali a carico della collettività, in questi casi, sono notevolmente elevati, visto che, come denunciano i residenti, dal momento nel quale si è chiusa l’arteria si è scatenato il caos in tutta l’area, sia per il traffico veicolare sia per quello pedonale, anche alla luce della circostanza che lo stretto corridoio lasciato a disposizione dei pedoni, sembra che sia occupato da tavolini e sedie di alcuni locali presenti nella zona interessata – sottolinea Capodanno -. Per quanto riguarda la presunta durata dei lavori i precedenti non sono affatto incoraggianti se si considerino solo i  disagi patiti dai vomeresi per la realizzazione del tratto di metropolitana tra piazza Vanvitelli e piazza Medaglie d’Oro, durati quasi tre lustri, ed i recenti lavori in largo Celebrano, protrattisi per un tempo notevolmente maggiore rispetto al previsto”.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

  • "I love Ztl", pagina social per il "Lungomare Liberato" di Castellammare

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Ischia, sessantenne del Rione Sanità spende 50 euro falsi: denunciato

Torna su
NapoliToday è in caricamento