VomeroToday

Assessore Esposito: "Tavolini all'aperto anche al Vomero"

L'assessore allo Sviluppo del Comune di Napoli spiega la sua "ricetta" per riportare i tavolini all'aperto in determinate zone della città, tra cui quella collinare

Qual è la migliore soluzione per risolvere il problema dei tavolini all'aperto, particolarmente d'attualità con l'incalzare dell'estate? A spiegarlo è l'assessore allo Sviluppo del Comune di Napoli Marco Esposito, dopo le polemiche di questi giorni sulla mancata autorizzazione di alcune occupazioni di suolo pubblico in città.

"La strada più immediata è presentare una domanda di occupazione soltanto con sedie e tavolini. In tale modo abbiamo l'ok preventivo della Sovrintendenza in tutta la città e i tempi per la risposta potranno essere brevissimi: tale soluzione è stata per esempio seguita a piazzetta Rodinò per il bar Cimmino", spiega Esposito.

"C'è poi un percorso meno rapido ma comunque in dirittura d'arrivo: modificare il regolamento attuale, che oggi rende complesso e ingessato qualsiasi intervento ma che va rispettato finché è quello in vigore. L'assessorato allo Sviluppo e la Commissione Commercio del Consiglio Comunale hanno lavorato fianco a fianco per mesi fino ad arrivare a un testo condiviso. Il voto decisivo perché il nuovo testo entri in vigore spetta al Consiglio comunale e sono fiducioso che ciò accadrà in tempi brevi", prosegue l'assessore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La strada più interessante, però, è quella che prevede accordi di zona, coinvolgendo tutti i soggetti, in modo da arrivare a formule di arredo, anche complesse, ma condivise e tali da migliorare l'aspetto estetico della città. Proprio a piazza dei Martiri c'è un piano simile che ha visto l'intesa degli operatori commerciali, del Comune e della Sovrintendenza. Esperienze che vanno ripetute, al Vomero come a piazza del Gesù. Ricordando che una volta trovata l'intesa, come per piazza dei Martiri, non resta che attuarla, passando dalle polemiche all'azione", conclude Esposito.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento