Vomero Today

Rione Alto, rimossi i contenitori differenziata in via Domenico Fontana

"La presenza di quei contenitori costituiva una valvola di sfogo per quei pochi abitanti del Rione Alto ancora non "convertiti" alla differenziata", spiegano alla V Municipalità

Raccolta differenziata

"In continuità con quanto già realizzato in Piazza degli Artisti - affermano congiuntamente Mario Coppeto, Paolo de Luca ed Antonio Iozzi, esponenti della Municipalità 5 Arenella - Vomero - è stata rimossa la batteria di contenitori ubicati in via Domenico Fontana all'incrocio con via S. Giacomo dei Capri e punto di ingresso al Rione Alto dove, peraltro, è in vigore la raccolta differenziata porta a porta".

"Di fatto la presenza di quei contenitori costituiva una valvola di sfogo per quei pochi abitanti del Rione Alto ancora non "convertiti" alla differenziata e contestualmente si prestava ad accogliere rifiuti provenienti da aree esterne a quelle interessate rappresentando quel fenomeno di "migrazione dei rifiuti" che bisogna combattere".

"Nel quadro di risistemazione del tratto di strada interessato si è individuata una nuova postazione per i raccoglitori dei rifiuti differenziati (plastica e vetro) e si sono restituiti i contenitori per l'umido alle attività commerciali presenti in loco creando, altresì la disponibilità per almeno 10 posti auto.
Chiediamo ai cittadini di rimanere al nostro fianco segnalando, tempestivamente, tutto quanto possa pregiudicare il risultato ottenuto".

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Omicidio Genny Cesarano, la svolta: arrestati killer e mandanti

    • Stella

      Agguato alla Sanità, gambizzato pregiudicato di 50 anni

    • Cronaca

      Nuovo caso di meningite: bimbo di 4 anni ricoverato al Cotugno

    • Cronaca

      Ladri di banche beffati: portano via una cassaforte vuota

    I più letti della settimana

    • Via Luca Giordano, riprendono i lavori: finiranno entro marzo

      Torna su
      NapoliToday è in caricamento