VomeroToday

Istituto Pascale, interrogazione del M5S a De Luca e Polimeni

Il consigliere regionale 'pentastellato' Vincenzo Viglione ha depositato un'interrogazione per fare luce sui dubbi relativi alle potenziali condizioni di funzionamento del maggiore Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico del Mezzogiorno

"Chiediamo alla Giunta regionale quali azioni di vigilanza e controllo sono state attivate o si intende attivare per verificare i risultati della gestione commissariale e garantire il pieno funzionamento dell’Istituto Nazionale Tumori Fondazione G. Pascale”. Questo l’oggetto dell’interrogazione rivolta al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e al Commissario ad Acta Joseph Polimeni, depositata dal consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Viglione, membro della Commissione Sanità, per fare luce sui dubbi relativi alle potenziali condizioni di funzionamento del maggiore Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico del Mezzogiorno e riferimento fondamentale per la rete oncologica nazionale e regionale.

"Da tempo - evidenzia Viglione - l’Istituto si trova nell’impossibilità di operare a pieno regime e di utilizzare al meglio gli apparecchi ultramoderni di cui è dotato, a causa di carenza di personale e di fronte a tale stallo il commissario straordinario più di una volta ha annunciato l’assunzione di diverse unità in altrettanti profili, di cui una buona da destinare alle sale operatorie. Tuttavia, alla luce del nuovo Piano Ospedaliero Regionale col quale si dovevano definire i criteri organizzativi e gli standard della rete ospedaliera campana, gli annunci del commissario straordinario al momento non sono suffragati da atti rispondenti alle esigenze suddette. Anzi. La situazione del ‘Pascale’ si è complicata ulteriormente a seguito di una girandola di nomine e cambi di funzioni di alcuni dirigenti, che nei fatti hanno sguarnito il vertice del nosocomio". 

"Insomma, una paralisi inaccettabile - conclude il consigliere regionale pentastellato - che anche in risposta alle istanze ricevute da parte di cittadini e operatori ci ha spinto a chiedere al presidente De Luca e al Commissario Polimeni, quali sono le prospettive di intervento rispetto alle criticità dell’Istituto, alla riduzione dei tempi di attesa per i ricoveri, alla salvaguardia della chirurgia di eccellenza, e quali provvedimenti sono stati adottati dal Commissario straordinario per il potenziamento della struttura assolutamente fondamentale per il territorio in cui viviamo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento